Opere e citazioni

cerimonia di consegna del premio A.Durantini 1997Alcuni suoi lavori, fra i tanti, sono riportati o citati in: "Atti dell'Accademia Nazionale dei Lincei" (Serie 8°, Rend. cl. sc. mor...., 1976); G.Tomassetti, La Campagna Romana..., ed. Banco Roma, vol.VI, 1977; in "Catalogo" della Mostra Enea nel Lazio, Archeologia e mito, Roma 1981; AA.VV., La Sicilia a cura di O. Musco, ed. Editalia, Roma 1980, p.257 segg.; AA.VV., Le arti decorative del Quattrocento in Sicilia, catalogo per le "manifestazioni Antonelliane", ed. De Luca, Roma 1981; Storia dell'Arte Italiana, vol.8, ed. Einaudi, Torino 1980; AA.VV., Scritti di Storia dell'Arte in onore di Federico Zeri, ed. Electa, Milano 1984; F.Zeri, L'inchiostro variopinto, ed. Longanesi, Milano 1985.  

In campo professionale ha pubblicato (coautore: G.Massara) il testo (per un corso presso l'ISEF statale di Roma, con presentazione del prof. Giulio Marinozzi e prefazione del prof. Mario Borghese): La preparazione globale al parto (ed.Marrapese, Roma 1993) e numerosi articoli e saggi su riviste specializzate.   

E' stato "direttore responsabile" della rivista Mezzaluna dell'omonimo Centro polisportivo di Mentana e "redattore" della rivista THI dell'Associazione Nazionale per la tutela degli Handicappati e Invalidi (Anthai); ha collaborato o collabora con riviste e quotidiani nazionali e regionali.  

Ispettore onorario alle Antichità di Mentana negli anni Settanta; Presidente del Rotary Club Monterotondo Mentana (1987-88); Presidente-vicario del Rotary Club Flaminia Romana nell'anno della fondazione; Presidente-fondatore del Panathlon Club Sabina Romana e ha ricoperto la carica di Segretario generale del VII distretto del Panathlon International.  

cerimonia di consegna del premio A.Durantini 2000E’ presidente-fondatore dell’Associazione Nomentana di Storia e Archeologia Onlus (www.associazionenomentana.com) e degli Annali di questa Associazione ne è direttore responsabile. L’Associazione ha, fra le sue azioni a favore del territorio, anche l’assegnazione di un premio annuale dedicato ad Andrea Durantini, voluto dai genitori in memoria del giovanissimo figlio perduto in un incidente motociclistico.